martedì 13 giugno 2017

COMPLETINO : giacchina con manica raglan e calzoncino  LAVORATI  A  MAGLIA: modello  “Verde Mela”.




Taglia 3/6mesi
Occorrente:150 gr. cotone (ho usato il cotone a matassine da 100gr. della ditta Campolmi Firenze )Ferri n.3,5
Lunghezza cm24
Larghezza  cm 26
Lunghezza scalfo manica raglan  cm 10
Per  punto traforato seguire la legenda:i ferri pari si lavorano a rovescio.








ESECUZIONE   GIACCHINO:
DIETRO: montare 56m + 1 di vivagno e lavorare con il filato bianco a “dente di gatto”  Per questa lavorazione si può procedere in due modi: si montano le m. su di un filo di appoggio,poi alla fine del lavoro,si riprendono le m.,si toglie il filo di appoggio e si chiude il bordo con un terzo ferro, oppure si lavora normalmente e si ripiega il bordino cucendolo con un sottopunto.
Per il motivo a “ dente di gatto” lavorare 7 ferri a m. rasata,fare un ferro con *2 m. lavorate insieme a dritto ed un gettato*,continuare per altri 7 ferri a m. rasata.
Andare avanti con il filato color verde mela lavorando il motivo traforato. Lavorare questo punto per due serie e poi fare con il filo bianco 2 ferri a m. rasata, in modo che il rovescio del punto stia sul dritto  , fino a cm 14. Mettere in attesa su di u ferro di appoggio queste maglie ed iniziare i due davanti(che consiglio di lavorare sempre contemporaneamente come anche le maniche)
DAVANTI:   montare 36 m  e fare sempre il bordino a “dente di                           gatto”come fatto nel dietro. Lavorare sempre 3 m  a legaccio per bordo del davanti con il filato bianco e per il resto fare il punto traforato. Quando si passa dal filato bianco a quello verde intrecciare sul dietro del lavoro i due fili altrimenti si crea un buchino.
Arrivare alla stessa altezza del dietro e mettere in attesa le m.
Maniche: montare  37 m. ,  fare solamente il bordino bianco e metterlo in attesa.
Riprendere tutti i pezzi: il mezzo davanti, il bordino della manica,il dietro, l’altro bordino della manica e l’altro davanti.
Una volta messi tutti i 5 pezzi in fila formare il raglan andando avanti nella lavorazione in questo modo:
lasciare 2 m. di vivagno  per ogni pezzo e diminuire 1 m all’interno di queste due m. Si avranno nei raglan 4 m. di bordo. Per le dinimuzioni fare a destra 2 m. insieme a dritto e a sinistra un’accavallata semplice. Consiglio di mettere un marker nei raglan. Diminuire 1 m. nei soli ferri a dritto per 14 volte.
 Rimarranno per il dietro 29m, per le maniche 9 m. Contemporaneamente per gli scalfi del collo nei due davanti quando si arriva a cm 6(dall’inizio del raglan)diminuire 1 volta 8 m,1 volta 5 m., 1 volta 3 m,  e 3 volte 1 maglia(per un  totale di 19 m.)in modo che nei due davanti, alla fine delle diminuzioni dei raglan, rimarranno solamente 3 m.
Riprendere tutte le m. del collo con il ferro n. 3 e lavorare il bordino “ a dente di gatto” con il filato bianco(se occorre fare qualche diminuzione nel corso del primo ferro a dritto)le m. da riprendere sono 78.  Lavorare gli ultimi 2 ferri con il n. 3,5 in modo che la chiusura rimanga morbida altrimenti il collo potrebbe tirare in quanto il bordino è doppio.
 Chiudere le m. a rovescio se stiamo sul dritto del lavoro o viceversa in modo da non far vedere le spighette delle m. in chiusura. Cucire il bordino con l’ago con un sottopunto e chiudere i fianchi e il bordino delle maniche.
 Con il metodo  I- cord  fare due laccetti lunghi 15 cm per formare poi un fiocchetto.











CALZONCINO:  si inizia dal davanti nella parte superiore.
Con i ferri n. 3 montare 58 m.,lavorare a coste 1/1 con il filato verde per due ferri,poi lavorare altri 2 ferri con il bianco. Ritornare al col. verde e fare il 5°,6°,7° ferro. Nell’8° ferro fare i forellini per il passanastro facendo 2 m. insieme ed un gettato, tra due fori lavorare 2 m di coste 1/1.
Continuare le coste 1/1 per altri 7 ferri.
Passare ora al ferro n.3,5 e lavorare a m. rasata per 41 ferri pari a cm 17,5 totali.  Riprendere la lavorazione a coste 1/1 e iniziare le diminuzioni  in questo modo:
nei soli ferri a dritto diminuire 3 volte  6 maglie,2 volte 1 m.Totale 40 m . Rimarranno così per 18 m .
Continuare per altri 6 cm con le 18 m. e poi sempre lavorando a coste 1/1 fare gli aumenti per il dietro in questo modo: in tutti i ferri  aumentare 1 m per 17 volte e 1 volta aumentare 3 m. Si ritorna così alle 58 m. iniziali.  Per gli aumenti utilizzare le tecnica dell’aumento intercalare= sollevare il filo tra le due maglie e lavorare a dritto ritorto. Rifare tutti ferri come fatto nel davanti.
Riprendere intorno alle sgambature tutte le m .e lavorare con il filo bianco il bordino a “dente di gatto” . Per evitare che il bordino rimanga tirato ,come detto nel bordino del collo,lavorare gli ultimi 2 ferri con un numero più grande,oppure ,se si vuole un bordino ancora più morbido,lavorare 2 m  a dritto,ripassarle sul ferro di sinistra e lavorarle insieme a dritto, poi* lavorare 1 m. a dritto,ripassarla insieme all’altra sul ferro di sinistra e lavorarle insieme a dritto…*.

 così per tutto il ferro. In questo caso,però utilizzare lo stesso numero di ferri usati  per la lavorazione in quanto la chiusura è  già molto morbida .
 Cucire i fianchi. Per il nastrino utilizzare un nastro di raso o fare un bordino   I-Cord  ed infilarlo nei foretti. Si possono anche intrecciare i fili dei due colori del calzoncino  e fare così un laccetto.
Il calzoncino  si può lavorare anche senza le cuciture sui fianchi utilizzando i ferri circolari e poi dividendo il lavoro in due parti all’altezza delle sgambature. Cucire poi il sotto del calzoncio e con i micro circolari  o il “gioco di ferri” fare i bordini delle sgambature.


Per qualsiasi informazione non esitate a contattarmi:

pagina fb:Anna-Maria-Broccolo

Nessun commento:

Posta un commento